domenica 15 maggio 2016

Stati generali delle Edizioni Tabula fati e Solfanelli (Sabato 9 e Domenica 10 luglio 2016)

L'incontro è aperto agli autori, amici, parenti e lettori... delle nostre edizioni.



Scheda di pre-iscrizione

Alberghi convenzionati

(Pranzi, cene e pernottamenti non sono obbligatori! Ma l'iscrizione serve comunque.)

Sabato 9 luglio (mattina):
ore  9:00 - David Ferrante, COMUNICARE AI TEMPI DEI SOCIAL MEDIA
ore 10:00 - Silva Ganzitti, LA SINOSSI (Prima parte)
ore 11:00 - Enrico Rulli, L'ARTE DI SCRIVERE (Prima parte)
ore 12:00 - Claudio Tarani, PUBLIC SPEAKING. Workshop per autori letterari (Prima parte)


Sabato 9 luglio (pomeriggio):
ore 15:00 - Conversazione con l'Editore
ore 16:00 -Incontro con gli autori di fuori regione
ore 17:00 - Presentazione del Catalogo storico della Marino Solfanelli Editore (1961-1995) di Marco Di Francesco, Presentazione di Giovanna Millevolte e
ore 18:00 - ONCE I WAS: Reading musicale sulla vita di Jeff Buckley a cura di Francesco Liberatore, Ovelio Di Gregorio e Luciano Di Tomasso
ore 19:00 - IL MIO MODO DI BALLARE: Reading musicale di Paolo Tocco

Sabato 9 luglio (sera):
ore 20:00 Cena sociale
ore 21:30 Concerto del duo Piano & Soprano con Yuri Sablone e Maria Cristina Solfanelli (arie mozartiane)

Domenica 10 luglio (mattina): 
ore 10:00 - Silva Ganzitti, LA SINOSSI (Seconda parte)
ore 11:00 - Enrico Rulli, L'ARTE DI SCRIVERE (Seconda parte)
ore 12:00 - Claudio Tarani, PUBLIC SPEAKING. Workshop per autori letterari (Seconda parte)

Domenica 10 luglio (pomeriggio):
ore 15:00 - Conversazione con l'Editore
ore 16:00 - Incontro con gli autori di fuori regione
ore 17:00 - Incontro con i grafici/illustratori Vincenzo Bosica e Romolo Di Michele
ore 18:00 - SOCIAL MEDIA (Facebook, Twitter, Blog, ecc.)

Domenica 10 luglio (sera)
ore 20:00 Cena sociale
ore 21:30 Concerto del duo Piano & Soprano con Yuri Sablone e Maria Cristina Solfanelli (arie tostiane)


L'Agriturismo non ha camere libere per il pernottamento, pertanto si dovrà prenotare in strutture limitrofe di cui si fornirà l'elenco.

Pranzi e Cene (facoltativi) hanno un costo di 20,00 euro ciascuno (bambini la metà).

La prenotazione (per pranzi e cene) è obbligatoria.

Per informazioni e prenotazioni scrivere a tabulafatisegreteria@yahoo.it

mercoledì 11 maggio 2016

Novità: LA SCIENZA DICE NO di Gerard J.M. van den Aardweg (Edizioni Solfanelli)

L’attualità dell’argomento qui trattato è bruciante, dopo che il percorso per l’introduzione del “matrimonio gay” nell’ordinamento giuridico è ufficialmente iniziato anche nel nostro Paese, nonostante le ben note proteste e contestazioni di quella che possiamo considerare la parte ancora sana del popolo italiano.
Il saggio del dr. Aardweg è solidamente fondato sui dati di una ineccepibile ricerca scientifica, che impegna da più di cinquant’anni l’ottantenne psicologo e studioso. La subcultura gay è riuscita a far prevalere l’idea che l’omosessualità sia un “orientamento sessuale” naturale, innato, pertanto non trattabile con le terapie di tipo psichiatrico e psicoanalitico perseguite con successo dal dr. Aardweg.
Con dovizia di argomenti scientifici l’Autore dimostra la falsità dell’assunto, illuminandoci, nello stesso tempo, sulla vera natura dell’omosessualità e dello “stile di vita” dell’universo gay, ben diverso dall’immagine edulcorata fabbricata dal mondo dell’informazione.

Gerard J.M. van den Aardweg
LA SCIENZA DICE NO
L’inganno del “matrimonio” gay
Presentazione di Paolo Pasqualucci
Edizioni Solfanell
[ISBN-978-88-7497-971-4]
Pagg. 168 - € 12,00

http://www.edizionisolfanelli.it/lascienzadiceno.htm




mercoledì 23 marzo 2016

Novità: NAZISLAMISMO di Riccardo Prisciano (Edizioni Solfanelli)

Dopo i numerosi attentati che hanno lacerato il cuore dell’Europa e che hanno tinto il Mediterraneo d’un rosso violento, è necessario porsi degli interrogativi. Di chi è la colpa, del carnefice o di chi glielo consente?
L’Occidente oggi sta pagando caro il fatto di credere che la Democrazia sia una costante quotidiana, una certezza, quasi dimenticando che, per esser tale, la Democrazia va difesa, sempre e comunque.
Nonostante le contestazioni mosse mesi prima di questa pubblicazione, nessuno è riuscito a far desistere l’autore dalla pubblicazione di queste sacrosante verità. Nazislamismo è un saggio giuridico dal sapore polemico, tipico dei pamphlets di illuministica memoria.
Con schiettezza e coerenza giuridica, Riccardo Prisciano assembla in quest’opera un’esaustiva analisi di diritto pubblico comparato tra diritto “occidentale” ed Islam; il tutto condito da visioni politico-sociologiche identitarie e sovraniste, amalgamate da elementi di filosofia giuridica, schmittiana in particolare.
Contro l’intolleranza islamica, da Dresda ad Ajaccio, l’Europa si è svegliata: ora tocca all’Italia. Patriota, fermati e leggi: la Rivoluzione Conservatrice inizia da queste pagine!



Riccardo Prisciano
NAZISLAMISMO
Presentazione di Magdi Cristiano Allam
Edizioni Solfanelli
[ISBN-978-88-7497-970-7]
Pagg. 144 - € 12,00

http://www.edizionisolfanelli.it/nazislamismo.htm



martedì 8 marzo 2016

Novità: CÈLINE MAGICO di Marina Alberghini (Edizioni Solfanelli)

Presente da sempre nella grande letteratura del Novecento come uno scrittore estremamente realistico fino alla brutalità, e dalla vita avventurosa fatta di sfide continue e affrontata con estrema concretezza, pochi sanno invece che Louis-Ferdinand Céline fu anche vicino ai misteriosi messaggi che ci giungono dall’Altrove. Confesserà infatti che per lui, che possedeva un’immensa riserva di poesia e immaginazione, il quotidiano sarà sempre solo un duro dovere di denuncia: «Io sono celtico, prima di tutto SOGNATORE BARDICO — è veramente là il mio dono — io l’ho piegato al realismo per odio verso la crudeltà degli uomini — per il gusto della lotta — ma in realtà la mia musica è la leggenda.»
     E in effetti Céline fu profetico e visionario come i Druidi ed ebbe molte esperienze di precognizione. Il suo rifugio contro gli orrori del mondo contingente, che la sua penna denunciava spietatamente, sarà quella che chiamava la “féerie”, il mondo di Entità e di Archetipi mitici, che per lui furono la Danza, la Musica, la Leggenda e il Mito, i Castelli, l’Arte, i Gatti, i Fantasmi. Là dove regnano l’extrasensoriale e il paranormale, il mondo di quelle vibrazioni che lo scrittore chiamava le “onde”, dalle quali confessava gli arrivasse il suo dire, e al quale hanno accesso solo pochi privilegiati, come gli artisti, i sensitivi, i mistici. Come celtico, si sentì sempre figlio di quel Paese favoloso, nelle cui foreste occhieggiano creature come gli elfi, i folletti e le fate. Non a caso infatti Céline amò particolarmente Hieronymus Bosch, il Mago della Visione.
     Un Céline visionario e inedito, dunque, e che non è meno interessante e intrigante dell’altro Céline, l’uomo che sfidò e denunciò il Potere con una penna simile ad una spada, fino a restarne stritolato.



Marina Alberghini
CÈLINE MAGICO
Edizioni Solfanelli
[ISBN-978-88-7497-964-6]
Pagg. 96 - € 9,00

http://www.edizionisolfanelli.it/celinemagico.htm



venerdì 26 febbraio 2016

Novità: LA MADONNA RACCONTA... di Ferdinando Rancan (Edizioni Solfanelli)

La Madonna racconta... narra con molta audacia, ma con piena fedeltà al Vangelo, ciò che la Madonna ha vissuto e raccontato ai suoi contemporanei, soprattutto agli Apostoli. È una sorta di “autobiografia” della Madonna scritta in maniera fedele alla narrazione del Vangelo che fa dire: “Non può che essere andata così”. L’Autore dichiara che non si tratta assolutamente né di rivelazioni, né ancor meno di visioni, ma il frutto di una lettura meditata e appassionata del Vangelo.

Ferdinando Rancan
LA MADONNA RACCONTA...
Confidenze della Vergine Maria ai suoi figli
Presentazione di S.E. Mons. Luigi Negri
Edizioni Solfanelli
[ISBN-978-88-7497-962-2]
Pagg. 232 - € 15,00

http://www.edizionisolfanelli.it/lamadonnaracconta.htm



giovedì 4 febbraio 2016

Novità: SOTTO DUE BANDIERE di Fabrizio Di Lalla (Edizioni Solfanelli)

I due argomenti trattati in questo libro non hanno nulla in comune se non i luoghi e i tempi in cui si svolsero. Il primo, la resistenza etiopica contro l’occupazione italiana, la prima guerra patriottica di liberazione del XX secolo, si propone di integrare quanto già scritto, approfondendo soprattutto l’aspetto sociale dello scontro e le reazioni psicologiche di protagonisti e gregari dei fronti opposti, con la descrizione dei comportamenti dettati da speranze e illusioni, paure ed eroismi, generosità e soprattutto crudeltà. I riflessi della guerriglia furono drammatici per la società nativa e per quella italiana. La prima patì distruzioni e lutti immensi; in alcune regioni fu fatta terra bruciata con l’utilizzo di armi micidiali compresi i gas che sterminarono le popolazioni d’interi villaggi e tutto ciò emerge non tanto dalla narrazione degli avversari quanto dai documenti di parte italiana e dai diari dei vertici militari dai quali sono stati estratti ampi brani. La seconda vide la sua costruzione prima rallentata e poi bloccata definitivamente.
     Il ribellismo diffuso in ampi territori e implacabile nel tempo fu la causa prima del fallimento della colonizzazione demografica, il progetto mussoliniano di fare di quelle terre il contenitore del surplus di manodopera esistente in patria. Gli italiani, infatti, potevano vivere con una certa tranquillità solo nei centri urbani fortemente presidiati. Il resto dell’impero, tranne l’Eritrea e la Somalia, presentava per i nostri coloni un alto tasso di pericolosità. L’estesa opposizione armata mise in tutta evidenza l’errore dell’aggressione e l’Etiopia più che un posto al sole si rivelò un pozzo senza fondo per le già scarse risorse italiane e un’enorme bara per i nostri connazionali. I connazionali, militari e civili, caduti durante l’occupazione saranno molti di più dei morti causati dal conflitto.
     L’altro tema, la resistenza italiana contro gli inglesi accesasi dopo la sconfitta, nella sua ampia trattazione, è una pagina inedita della storiografia italiana. Finora, era rimasta avvolta nella nebbia che solo gli scritti autobiografici di alcuni protagonisti avevano cercato di diradare, senza, peraltro, riuscirci per l’eccessiva enfasi contenuta nelle loro memorie, l’esagerazione nella valutazione degli episodi di cui furono protagonisti e l’assenza di una visione complessiva del fenomeno.
     Fu opposizione armata, attività assistenziale verso i bisognosi della comunità italiana molti dei quali erano rimasti intrappolati in colonia privi di risorse, e resistenza alla decisione britannica di azzerare la presenza dei nostri connazionali in Etiopia attraverso i rimpatri o la deportazione. I protagonisti furono essenzialmente i militari, gli esponenti fascisti di basso rango e i rappresentanti dei quadri politici e amministrativi dell’impero. Non mancarono le donne, una delle quali, Rosa Danielli, compì l’attentato più eclatante. Il lavoro si basa principalmente sul materiale documentario. Non mancano tuttavia riferimenti a scritti di storici etiopici e diari che fanno riferimento agli eventi trattati. Il testo è accompagnato da un’amia appendice di documenti e immagini molte delle quali inedite.

Fabrizio Di Lalla
SOTTO DUE BANDIERE
Lotta di liberazione etiopica e resistenza italiana
in Africa Orientale 
Edizioni Solfanelli
[ISBN-978-88-7497-932-5]
Pagg. 376 - ill. - € 30,00

http://www.edizionisolfanelli.it/sottoduebandiere.htm



lunedì 3 agosto 2015

Novità: SULLE TRACCE DEL PRODE DON CHISCIOTTE di Enrico Trubiano

     Il saggio propone una biografia di Miguel Cervantes, scrittore esemplare rinascimentale, arricchita da accenni alle sue opere e ai suoi personaggi e corredata dall’analisi del contesto storico di riferimento, ricco di personaggi di prima grandezza.
     Il suo genio appare in una Spagna seicentesca, nazionalista e sfiduciata, rigurgitante di violenze e dagli eccessi più disparati, quando risulta netto il crollo del sistema aristocratico a favore dell’instaurarsi della società borghese.
     Il Don Chisciotte della Mancia rimane attuale per la sua esorbitante vitalità. Chiarire il periodo che il “sommo scrittore” ha vissuto in Italia, in più occasioni ipotizzato ma spesso ignorato dagli stessi cultori ispanici, potrebbe attirare l’attenzione su una più vasta e approfondita biografia del suo autore e gettare una diversa luce sulla genesi di alcuni personaggi del suo capolavoro.
     È l’amore per il vero ad animare questo lavoro complesso, che potrebbe dare adito a ulteriori e sorprendenti risultati.
     Fedeli al postulato che la cultura non debba smettere di circolare, siamo convinti che un’identità ben salda, costruita a pane e libri e foriera di ragionamenti e individuazione di chiari valori, vada confrontata doverosamente, attraverso un dialogo utile e l’ascolto di qualsiasi etnia capace di portare ad una pacifica mediazione.



Enrico Trubiano
SULLE TRACCE DEL PRODE DON CHISCIOTTE
Ricerca storico-letteraria su Miguel de Cervantes
in occasione del quarto centenario della sua morte
(1616-2016)
Edizioni Solfanelli
[ISBN-978-88-7497-936-3]
Pagg. 128 - € 11,00

http://www.edizionisolfanelli.it/sulletraccedidonchisciotte.htm

sabato 25 luglio 2015

Presentazione del romanzo NON DIRE NIENTE di Maria Barresi (ex Aurum, Lunedì 27 luglio 2015, alle ore 18:30)

Nell'ambito delle manifestazioni del "Solstizio/Equinozio Aurum Festival" che, con il Patrocinio dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Pescara, si svolgono dal 21 giugno al 21 settembre 2015


Lunedì 27 luglio 2015, alle ore 18:30

nella Sala Tosti dell'Ex Aurum di Pescara

presentazione del romanzo di Maria Barresi

NON DIRE NIENTE

Edizioni Solfanelli


Moderatrice: ARIANNA SECONDINI, giornalista Rai

Letture dell'attore DOMENICO GALASSO

Interventi del Prof. LUCIO D'ARCANGELO e del dott. LICIO DI BIASE, direttore dell'Ex Aurum

Parteciperà l'Autrice e l'editore Marco Solfanelli






Protagonista di questo romanzo, ambientato in una Calabria insieme magica e reale, cruda e poetica, è una ragazza, Nicla, che, vittima di un padre perverso, trova la forza di reagire alla violenza e riconquistare la propria dignità.
Intorno a Nicla ruota tutta una serie di personaggi, coinvolti per una ragione o per l’altra nella vicenda. Tra di essi svolge un ruolo fondamentale Clara, alter ego dell’autrice, che nel desiderio di andare oltre la superficie dei fatti si dedica ad un’indagine tutta personale, riuscendo a trascinare anche Piero, il magistrato inquirente. Così, quello che era un caso giudiziario si trasforma in un’inchiesta giornalistica sui generis, e il “non dire niente” diventa l’emblema di un mondo dominato dalla paura e dall’omertà.
Per la prima volta, però, nel buio dell’indifferenza o della rassegnazione sembra aprirsi uno spiraglio. La ribellione di Nicla non è più isolata.
Altre donne umiliate hanno deciso di parlare mettendo a nudo quella mentalità e quel costume che seguitano a rendere possibili, e impuniti, certi misfatti consumati nel silenzio.
Pur fedele ai fatti ed ai personaggi, il romanzo non è privo di suspense e di mistero e spesso si accende di un intenso lirismo, a cui fa da pendent il favoloso paesaggio calabrese. Non dire niente è un esempio di come il giornalismo, se praticato con onestà, passione e intelligenza, possa trasformarsi in letteratura, ed anzi rappresentare una via per rinnovare la narrativa, come Thomas Wolfe ha indicato con i suoi romanzi.


Maria Barresi, nata a Reggio Calabria, vive a Roma. Giornalista Rai, lavora al TG1 nella Redazione Cultura e Spettacoli. Scrive romanzi, poesie e favole per bambini.
Non dire niente è il suo romanzo d’esordio, giunto alla terza edizione, di cui parla anche nel suo blog www.mariabarresi.it.




http://www.edizionisolfanelli.it/nondireniente.htm

mercoledì 20 maggio 2015

Presentazione a Roma: DI UN CERTO CONSENSO AL DOLORE di George Blin (Venerdì 12 giugno 2015, alle ore 17:00)

Venerdì 12 giugno 2015, alle ore 17:00

nella Sala dei Papi
Piazza della Minerva n. 42 di ROMA

presentazione del saggio di

George Blin

DI UN CERTO CONSENSO AL DOLORE

a cura di giuseppe Grasso

Edizioni Solfanelli


Interventi di:
Silvia peronaci
Floriana Scarcia
FrancescoSidotti
Gianluca Valle

Modera Giulio Alfano



Info: 06 39720464 - 338 1336132



 Il trattato "Di un certo consenso al dolore" di Georges Blin, curato da Giuseppe Grasso, viene presentato qui per la prima volta in versione italiana. Si tratta di un testo del 1944 dove l’autore ricostruisce una personale ‘teoria del dolore’ di cui percorre i territori con estrema abilità. Si tratta di un lavoro pionieristico, non privo di una sua utilità sperimentale oltre che dimostrativa.
     Il dolore, visto come un’esperienza inalienabile, è attivo e volontario e deve essere distinto dalla sensazione. Questa la tesi di Blin per il quale la sofferenza, che non è solo un patire ma è anche un agire, presuppone attenzione e interpretazione intellettuale e perciò, effettivamente, «un certo consenso». A sostegno delle proprie idee egli si ricollega a René Le Senne che interpreta il dolore come «contraddizione», un’incrinatura non insuperabile e che anzi deve essere superata.
     Pagine interessanti sono dedicate allo stretto legame che unisce conoscenza e sofferenza, la cui «fitta» altro non è che il «pungolo» dell’intelletto. A confermare il carattere «intellettivo» del dolore è il «dialogo» che intrecciamo con esso. Più conosciamo, dunque, più soffriamo. Una sentenza nota dai tempi di Eschilo e che l’autore attualizza con esempi significativi da Montaigne a Valéry.
     I due scritti di Patrick Labarthe e Silvia Peronaci, posti alla fine del volume, offrono due letture diverse a partire dal testo sul dolore, uno ricostruendo le implicazioni letterarie che vi sono sottese, l’altro aggiornandone il dibattito filosoficamente. Il testo è seguito, in questa edizione, dall’articolo L’incisione, il primo a fornire, a detta di Bachelard, «gli elementi principali di una psicoanalisi materiale del desiderio d’incidere». Una riprova delle fini capacità ermeneutiche dell’autore.


Georges Blin
DI UN CERTO CONSENSO AL DOLORE
a cura di Giuseppe Grasso
con due scritti di Patrick Labarthe e Silvia Peronaci
Edizioni Solfanelli
[ISBN-978-88-7497-923-3]
Pagg. 104 - € 10,00




martedì 19 maggio 2015

LA SCOMPARSA DI GEORGES BLIN, UN PERSONAGGIO NODALE DEL NOVECENTO FRANCESE

Georges Blin, "normalien" e pioniere della “critica filosofica”, già professore alla Sorbona e al Collège de France, è scomparso il 14 maggio scorso. I funerali si sono svolti il 18 maggio a Parigi. In Italia non era tanto noto come Georges Bataille, Maurice Blanchot o Jean Starobinski, forse per ragioni politiche e non solo editoriali. Ma il suo magistero, in Francia e all’estero, soprattutto in Giappone, è inconfutabile. Grande baudelairista e stendhalista, Blin è stato un cultore della filosofia di Kierkegaard, di Heidegger e di un certo esistenzialismo. Gaston Bachelard, a proposito del breve scritto "L’incisione", aveva detto che egli aveva fondato una “psicoanalisi materiale del desiderio di incidere”.
Nel suo discorso di prolusione al Collège de France, dal titolo "La Cribleuse de blé", egli aveva criticato lo strutturalismo degli anni Sessanta e Settanta, reo, secondo lui, di voler sopprimere l’autore che rimane invece indissociabile dall’opera. Il critico, nell’ottica di Blin, deve essere considerato come l’«ombra» dello scrittore, in un modo tale che quell’ombra, però, «non sia più lunga dell’uomo, altrimenti ci troveremmo nell’ora in cui il sole è basso». L’ombra cui egli alludeva, ovviamente, è quella di «mezzogiorno», a segnalare la presenza discreta, non invadente, dell’esegeta. Una postura diremmo intenzionale e fenomenologica che non gli preclude di organizzare il discorso con dissertazioni e collegamenti personali, senza mai negare, come faceva spesso Sartre, da lui duramente attaccato a proposito del suo "Baudelaire", il diritto all’autonomia estetica.
L’editore Solfanelli è il primo in Italia ad aver proposto da tempo, e pubblicato proprio in questi giorni, un suo straordinario trattato filosofico sul dolore ("Di un certo consenso al dolore"), pubblicato nella collezione Arethusa a cura di Giuseppe Grasso.
Altri lavori del grande cattedratico francese sono in cantiere da tempo sempre presso Solfanelli per rendere omaggio a un intellettuale che ha lasciato una profonda traccia del proprio pensiero nella cultura del secolo scorso.
Il 12 giugno il libro sul dolore, con vari interventi e moderato dal prof. Giulio Alfano, sarà presentato a Roma nella splendida Sala dei Papi in piazza della Minerva.

http://www.edizionisolfanelli.it/consensoaldolore.htm

lunedì 18 maggio 2015

Presentazione a Mantova: L'ALBA DI ARCADIA di Emanuele Delmiglio (Venerdì 22 maggio 2015, alle ore 18:00)

Venerdì 22 maggio 2015, alle ore 18:00

presso la libreria Di Pellegrini
Via Marangoni 16 di MANTOVA

presentazione del libro

L'ALBA DI ARCADIA

Edizioni Solfanelli


I giornalisti Claudia Farina e Adalberto Scemma dialogheranno con l’Autore


La presentazione sarà seguita da una degustazione di “Cuor d'Amore”, gustosi tortellini creati dall'Autore, dedicati a Giulietta e Romeo.







Scheda del libro:

Un piccolo genio di quindici anni è malato di tumore al cervello in fase terminale.
Uno scienziato asiatico cambia continuamente domicilio e cerca di trovare risposta ai propri dèmoni interiori, consultando le pagine del Libro dei mutamenti.
Una donna ridotta in stato catatonico stringe a sé la foto di una bambina.
Che relazione c’è tra un college internazionale d’élite per giovanissimi talenti e una potente multinazionale farmaceutica?
E chi sta dietro al “Progetto Arcadia”, che si propone di far continuare a vivere in un mondo virtuale la coscienza di persone morte?
Giuseppe D’Ambra, un mite bibliotecario di mezza età, rimane suo malgrado invischiato negli ingranaggi di un oscuro disegno, che si rivelerà sempre più sconcertante e imprevedibile.
Un susseguirsi di colpi di scena lo porterà verso un inevitabile scontro con la struttura che manovra il “Progetto Arcadia”. Tradito anche dagli affetti più cari e sempre più solo, D’Ambra sarà costretto ad affrontare un’organizzazione dalla potenza inimmaginabile, in grado di condizionare forse le stesse menti delle persone.


Emanuele Delmiglio
L'ALBA DI ARCADIA
Presentazione di Luca Crovi
Copertina di Vincenzo Bosica
Edizioni Solfanelli
[ISBN-978-88-7497-866-3]
Pagg. 256 - € 18,00

http://www.edizionisolfanelli.it/lalbadiarcadia.htm

mercoledì 13 maggio 2015

Presentazione a Roma: LA LIBERTÀ RELIGIOSA TRA STATO E CHIESA (Edizioni Solfanelli)

Mercoledì 20 maggio 2015 – ore 18.00

press la Sala conferenze
Arciconfraternita dei Bergamaschi
Via di Pietra, 70 - Roma

Incontro e presentazione del libro

LA LIBERTÀ RELIGIOSA TRA STATO E CHIESA

(Edizioni Solfanelli)


Introduzione storica
Michelangelo De Donà, giornalista, Università degli Studi di Pavia

Interventi
Prof. MASSIMO INTROVIGNE, Presidente Vicario di Alleanza Cattolica e Presidente del Cesnur
S.E.R. Mons. AGOSTINO MARCHETTO, Nunzio Apostolico, storico
Dott. DANIELE TRABUCCO, Università degli Studi di Padova

Info: 348-9263638 oppure 3408113285






Agostino Marchetto e Daniele Trabucco
LA LIBERTÀ RELIGIOSA TRA STATO E CHIESA

Atti del Convegno
Santa Giustina (Belluno), 16 maggio 2013

a cura di Michelangelo De Donà



Introduzione di Michelangelo De Donà

Prefazione di Giuseppe Dal Ferro

Agostino Marchetto
LA LIBERTÀ RELIGIOSA A PARTIRE DAL CONCILIO VATICANO II

Lettera di Papa Francesco a mons. Agostino Marchetto

Daniele Trabucco
LIBERTÀ RELIGIOSA E PLURALISMO NELLA COSTITUZIONE ITALIANA

Postfazione di Massimo Introvigne


Appendici

LA DICHIARAZIONE DIGNITATIS HUMANAE

Articoli estratti dalla Costituzione della Repubblica Italiana vigente



Agostino Marchetto e Daniele Trabucco
LA LIBERTÀ RELIGIOSA TRA STATO E CHIESA
Edfizioni Solfanelli
[ISBN-978-88-7497-878-6]
Pagg. 88 - € 9,00

http://www.edizionisolfanelli.it/lalibertareligiosa.htm

martedì 12 maggio 2015

Presentazione a Roma: LA LIBERTÀ RELIGIOSA TRA STATO E CHIESA (Edizioni Solfanelli)

Martedì 19 maggio 2015 – ore 16.00

presso l'Istituto Luigi Sturzo
Via delle Coppelle, 35 - Roma

Incontro e presentazione del libro

LA LIBERTÀ RELIGIOSA TRA STATO E CHIESA

(Edizioni Solfanelli)


Saluto delle Autorità

Introduzione
Prof. GIULIO ALFANO, Pontificia Università Lateranense

Interventi
S.E.R. Mons. AGOSTINO MARCHETTO, Nunzio Apostolico, storico
DANIELE TRABUCCO, Università degli Studi di Padova
MICHELANGELO DE DONÀ, Giornalista, Università degli Studi di Pavia


Info: 348-9263638 oppure 3408113285






Agostino Marchetto e Daniele Trabucco
LA LIBERTÀ RELIGIOSA TRA STATO E CHIESA

Atti del Convegno
Santa Giustina (Belluno), 16 maggio 2013

a cura di Michelangelo De Donà



Introduzione di Michelangelo De Donà

Prefazione di Giuseppe Dal Ferro

Agostino Marchetto
LA LIBERTÀ RELIGIOSA A PARTIRE DAL CONCILIO VATICANO II

Lettera di Papa Francesco a mons. Agostino Marchetto

Daniele Trabucco
LIBERTÀ RELIGIOSA E PLURALISMO NELLA COSTITUZIONE ITALIANA

Postfazione di Massimo Introvigne


Appendici

LA DICHIARAZIONE DIGNITATIS HUMANAE

Articoli estratti dalla Costituzione della Repubblica Italiana vigente



Agostino Marchetto e Daniele Trabucco
LA LIBERTÀ RELIGIOSA TRA STATO E CHIESA
Edfizioni Solfanelli
[ISBN-978-88-7497-878-6]
Pagg. 88 - € 9,00

http://www.edizionisolfanelli.it/lalibertareligiosa.htm

sabato 9 maggio 2015

Presentazione a Farra di Soligo (TV): LA LIBERTÀ RELIGIOSA TRA STATO E CHIESA (Edizioni Solfanelli)

Sabato 16 maggio 2015 – ore 16.30

presso il Centro parrocchiale “Papa Luciani” Farra di Soligo (TV)

Incontro e presentazione del libro

LA LIBERTÀ RELIGIOSA TRA STATO E CHIESA

(Edizioni Solfanelli)


Saluto
don Brunone De Toffol, parroco di Farra di Soligo

Introduzione storica
Michelangelo De Donà, Università degli Studi di Pavia

Interventi
S.E.R. Mons. AGOSTINO MARCHETTO, Nunzio Apostolico, storico
DANIELE TRABUCCO, Università degli Studi di Padova






Agostino Marchetto e Daniele Trabucco
LA LIBERTÀ RELIGIOSA TRA STATO E CHIESA

Atti del Convegno
Santa Giustina (Belluno), 16 maggio 2013

a cura di Michelangelo De Donà



Introduzione di Michelangelo De Donà

Prefazione di Giuseppe Dal Ferro

Agostino Marchetto
LA LIBERTÀ RELIGIOSA A PARTIRE DAL CONCILIO VATICANO II

Lettera di Papa Francesco a mons. Agostino Marchetto

Daniele Trabucco
LIBERTÀ RELIGIOSA E PLURALISMO NELLA COSTITUZIONE ITALIANA

Postfazione di Massimo Introvigne


Appendici

LA DICHIARAZIONE DIGNITATIS HUMANAE

Articoli estratti dalla Costituzione della Repubblica Italiana vigente



Agostino Marchetto e Daniele Trabucco
LA LIBERTÀ RELIGIOSA TRA STATO E CHIESA
Edfizioni Solfanelli
[ISBN-978-88-7497-878-6]
Pagg. 88 - € 9,00

http://www.edizionisolfanelli.it/lalibertareligiosa.htm

venerdì 8 maggio 2015

Presentazione a Belluno: LA LIBERTÀ RELIGIOSA TRA STATO E CHIESA (Edizioni Solfanelli)

Sabato 16 maggio 2015 – ore 20.30

presso la Sala del Cenacolo
Parrocchia Santa Maria di Loreto - BELLUNO

Incontro e presentazione del libro

LA LIBERTÀ RELIGIOSA TRA STATO E CHIESA

(Edizioni Solfanelli)


Saluti di benvenuto
Mons. Rinaldo Sommacal, parroco del Duomo-Santa Maria di Loreto
Luciano Da Pian, Consiglio pastorale parrocchiale Duomo-Santa Maria di Loreto
Massimo Giusti, Centro di Solidarietà Charles Peguy di Belluno

Introduzione
Mons. Attilio Zanderigo Jona, Rettore Seminario di Belluno

Interventi
S.E.R. Mons. Agostino Marchetto, Nunzio Apostolico, storico
Daniele Trabucco, Università degli Studi di Padova
Michelangelo De Donà, Università degli Studi di Pavia






Agostino Marchetto e Daniele Trabucco
LA LIBERTÀ RELIGIOSA TRA STATO E CHIESA

Atti del Convegno
Santa Giustina (Belluno), 16 maggio 2013

a cura di Michelangelo De Donà



Introduzione di Michelangelo De Donà

Prefazione di Giuseppe Dal Ferro

Agostino Marchetto
LA LIBERTÀ RELIGIOSA A PARTIRE DAL CONCILIO VATICANO II

Lettera di Papa Francesco a mons. Agostino Marchetto

Daniele Trabucco
LIBERTÀ RELIGIOSA E PLURALISMO NELLA COSTITUZIONE ITALIANA

Postfazione di Massimo Introvigne


Appendici

LA DICHIARAZIONE DIGNITATIS HUMANAE

Articoli estratti dalla Costituzione della Repubblica Italiana vigente



Agostino Marchetto e Daniele Trabucco
LA LIBERTÀ RELIGIOSA TRA STATO E CHIESA
Edfizioni Solfanelli
[ISBN-978-88-7497-878-6]
Pagg. 88 - € 9,00

http://www.edizionisolfanelli.it/lalibertareligiosa.htm